sabato 24 gennaio 2009

Personaggi Abortiti

Commentando un commento di Fed al post sul rovesciamento carnevalesco, mi è tornato in mente un mio vecchio aborto, un personaggio che ho ideato (più volte), ma poi non ho mai realmente utilizzato: Gideon Carr, l'investigatore.
Chi sia esattamente Gideon Carr... un po' non lo so neanche io, perché ho iniziato a scrivere di lui in più occasioni, senza mai portarlo da nessuna parte.
L'ultima, in cui mi decidevo a partire dall'inizio narrando le sue origini (anche questa rimasta comunque opera incompiuta) è quella che più dà l'idea del personaggio, e perciò ve la sorbite....

----

Gideon Carr era ricco.
Ricco e annoiato.
Ricco, annoiato e idiota.
Di quest’ultimo aggettivo però non era del tutto consapevole.
Era un figlio di papà discendente da una lunga dinastia di figli di papà il cui unico scopo nella vita, apparentemente, era stato quello di mettere al mondo un figlio maschio. Una cosa che lui non aveva ancora fatto solo perché aspettava di trovare la donna adatta, che dal canto suo faceva del proprio meglio per riuscire a rimanere nascosta il più a lungo possibile.
Essendo ricco, Gideon poteva permettersi di fare più o meno quello che voleva.
Essendo annoiato, aveva deciso di intraprendere un’attività, diventando investigatore privato.
Essendo idiota, non aveva la benché minima idea di quale fosse il lavoro di un investigatore privato. Fondamentalmente, era sempre stato convinto che avesse qualcosa a che fare con il far scendere le vecchiette dagli alberi ed aiutare i gattini ad attraversare la strada.
Così aveva messo su un ufficio e si era messo in cerca di casi sui quali lavorare. Inizialmente, il lavoro era stato piuttosto scarso. Non riusciva a trovare vecchiette su nessun albero in tutta la città. Una volta che aveva provato a portarne su una lui, almeno per potersi allenare, questa aveva reagito in malo modo, colpendolo ripetutamente con la sua borsetta e urlando qualcosa a proposito di un maniaco che voleva attentare alla sua virtù. Gideon si era gentilmente offerto di cercargliene uno – dopo tutto era un investigatore – ma per qualche misteriosa ragione questo aveva fatto aumentare di volume le urla della donna, convincendolo che fosse giunto il momento di usare una delle tecniche segrete apprese durante la sua preparazione da autodidatta, che gli avrebbe consentito di andare altrove senza che nessuno potesse accorgersene.
Aveva funzionato. A parte la curiosa sensazione di un pesantissimo oggetto vagamente a forma di borsetta che impattava contro la sua nuca, quando aveva riaperto gli occhi si era trovato in un letto di ospedale, e poteva giurare di non essersi assolutamente accorto di esserci andato.
Fortunatamente la parte relativa ai gattini si era rivelata più semplice. Aveva trovato un gatto che non solo gli permetteva di portarlo dall’altra parte della strada, ma anzi una volta lì tornava da solo al punto di partenza, così gli era possibile farlo attraversare di nuovo.
Purtroppo, durante uno di questi ritorni, una macchina lo aveva investito, privandolo del suo unico cliente e lasciandolo disoccupato.

Qualche tempo dopo, un uomo si era presentato nel suo studio dicendogli che voleva sapere se sua moglie lo tradisse.
Lui gli aveva immediatamente risposto di sì, ricevendo in cambio un’occhiataccia.
Quando l’uomo gli aveva spiegato che voleva delle prove fotografiche, lui aveva obiettato che non era carino fotografare la gente di nascosto.
Nel momento in cui il suo potenziale cliente, alquanto alterato, gli aveva domandato se fosse un investigatore o una specie di boy scout, il tarlo del dubbio aveva iniziato ad insinuarsi nella sua mente. Non appena vi si era affacciato aveva trovato sotto di sé un baratro oscuro e senza fondo nel quale era precipitato senza alcuna speranza di poter riemergere.

4 commenti:

Fed ha detto...

nuooooo, ti prego, portalo avanti questo tipo!! mi piace un sacco, sembra quasi il cugino intelligente del telepate al servizio di non-mi-ricordo-più-come-si-chiama il nobile quasi usurpatore del trono a Dekan.

CMT ha detto...

Ma io ci provo, vostra contaggine, è che ogni volta mi fermo lì.
Se vuoi ti mando l'altra versione della storia, è un po' lunghina per stare qui, ma pensavo di fonderle in qualche modo e cercare di andare avanti, prima o poi.

Ah... Percol di Peridan, comunque ^_^

Fed ha detto...

Sì, il nome mi è venuto in mente circa 10 minuti dopo aver scritto il commento -__-
e sì, voglio anche l'altra versione!!!

Sean MacMalcom ha detto...

"Fondamentalmente, era sempre stato convinto che avesse qualcosa a che fare con il far scendere le vecchiette dagli alberi ed aiutare i gattini ad attraversare la strada."

AHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHHAHAH!!!!
Grandioso!!!!!