sabato 21 marzo 2009

Subspecies II - Radu, il principe delle Tenebre

Oggi, in un impeto di puro masochismo, ho deciso di guardarmi la seconda puntata della saga dei Puffi Bulldog, anche se a dire il vero questi ultimi, che già nella prima avevano pochissima presenza, qui compaiono solo nelle primissime scene.
Mi ero detto che il primo film era brutto, ma il secondo è un capolavoro per la quantità di cose che NON vi accadono!

Il film inizia esattamente dove era finito il precedente, con Radu impalato e decapitato e i puffi bulldog che lo stanno rimettendo assieme (la scena è anche ben realizzata, nonostante sia ridicola). Tornato alla (non) vita, più brutto e sbavante che mai, Radu va a cercare Stefan, che si trova anche lui dove lo avevamo lasciato, nella sua bara. Sì... ha cambiato faccia ed è invecchiato di una decina d'anni, ma è lì (non si capisce a far che, visto che dovrebbe essere notte). In cambio non c'è Michelle che era entrata nella bara con lui, ma già sapevamo del grande potere dei vampiri di essere sepolti in un posto e ritrovarsi in un altro, quindi niente di strano.
Radu impala Stefan, che contrariamente a lui si riduce subito in polvere e ossa, per riprendergli la Pietra di Sangue e, ovviamente, non gli prende la pietra di sangue. Piuttosto apre la bara dove si trova Michelle - ancora non vampira ma sulla strada per diventarlo - e sta per impalare anche lei (che è sveglia ma se ne sta lì a guardarlo), quando viene terrorizzato (cosa che gli capiterà spesso) dalla luce del sole (sorto all'improvviso come al solito) e va a rifugiarsi... in una cripta invasa dalla luce solare!
Poi è di nuovo notte. Sì, così, all'improvviso. Michelle si sveglia di soprassalto (cosa che continuerà a fare per tutto il resto del film) , prende la pietra di sangue e fugge. Quando Radu se ne accorge, le corr... la inseg... vabbe', cammina nella sua direzione. Ovviamente continua a camminare come un paralitico (potere vampirico) quindi nonostante lei ci metta una vita a prendere i suoi vestiti e la borsa, e poi torni indietro per la stessa strada per cui è arrivata, Radu arriva solo dopo che è andata via. Poi, però, la precede alla stazione, compare lungo il percorso del treno, e arriva prima di lei a Bucarest (perché in tutto questo se ne freghi altamente di provare a fermarla rimane un mistero...)
Michelle trova alloggio in un albergo, chiama sua sorella dicendole di voler tornare a casa (al che lei dice che la raggiungerà lì, ha senso no?) e, affacciandosi alla finestra, vede Radu che la osserva dalla strada, e poi usa la sua nuova vista vampirica per vederlo... esattamente come lo vedeva fino a poco prima ma in sfumature di rosso. Comunque lui scappa via terrorizzato dalle campane della chiesa vicina(!)

Al mattino Michelle cerca rifugio dal sole nella vasca da bagno, ma muore e viene ritrovata dalle cameriere (evidentemente a Bucarest le cameriere hanno l'abitudine di entrare nelle stanze senza aspettare che i clienti escano e senza neanche provare a bussare). Viene caricata su un'ambulanza ma si risveglia, ormai vampira, durante il tragitto e scappa via (causando un incidente per via della reazione del povero autista). La Pietra di Sangue però è rimasta in albergo. In qualche modo Michelle raggiunge quello che sembra il magazzino di un teatro, vi trova una bara in cristallo stile Biancaneve, e decide di usarla per un riposino.
Intanto Radu è andato in un'altra cripta (anche questa illuminatissima, ma non si capisce da cosa) a trovare sua madre, che prima non lo vuole, poi lo vuole, poi lo rimanda a casa, poi gli morde una mano, e no, non ho capito neanche io la logica della cosa. Lui quindi torna al castello a bruciare i resti del fratello (non che ce ne siano molti...).
Michelle invece deve fare i conti con la sua sete di sangue, e grazie alla vista vampirica... no, oddio... in realtà appare ormai evidente che la vista vampirica non è un potere ma un difetto... insomma... guardate questa immagine della stessa strada vista normalmente e con la vista vampirica e giudicate voi...
Lasciamo stare...
Arriva la sorella di Michelle, Rebecca, a cui viene detto che quest'ultima era stata data per morta ma in realtà è poi fuggita dal luogo dell'incidente (nessuno si degna di dirle di quale incidente si stia parlando). Rebecca porta la pietra di sangue da uno stralunato professore che non ha idea di cosa sia, ma in cambio sa che Michelle e le sue amiche erano al monastero, e perciò accompagna la ragazza e un addetto dell'ambasciata americana al castello di Radu (sì, ha senso, vero?). Qui lo stesso Radu compare per un attimo e dice loro di andare via perché quella è proprietà privata, però poi si riteletrasporta (!) a Bucarest (Notare che sì, si teletrasporta, ma ci mette lo stesso tempo ad arrivare di quanto ne impiegano loro in auto) e... niente, sta lì e li guarda.

Infine Rebecca vede Michelle fuori dell'albergo. Lei scappa, ma ormai è una vampira e dunque non ha alcuna speranza di riuscire a sfuggire a una normale umana, poveretta! Le due si incontrano, Michelle prende la pietra (che, ormai è chiaro, non serve assolutamente a niente a parte nutrire un vampiro, e si capisce sempre meno perché Radu la voglia), ma vede Radu e fugge (lui neanche ci prova a inseguirla, del resto è un vampiro anche lui, non ha speranze).
Michelle torna al magazzino, qui Radu arriva, si prende la pietra e se ne va, portandola alla madre, che dopo averla tanto desiderata pare fregarsene abbastanza.
Il vampiro confessa alla madre di desiderare Michelle, il che comunque non toglie che non abbia mai provato a prendersela. Mah!
Comunque sia, dopo un'altra serie di non-eventi (tra cui Radu che va nella stanza d'albergo di Rebecca e prima di morderla fugge via terrorizzato dal suono del telefono), la rapisce di fronte alla sorella, teletrasportandosi via assieme a lei.
Rebecca torna dal professore che adesso sa esattamente dove andare a cercare Radu, e l'accompagna lì. Sta per impalare Radu, quando la madre di quest'ultimo lo ammazza.
Michelle si sveglia (quindi per un po' è notte, dieci minuti o giù di lì) e non trova più Radu accanto a lei. Invece di essere felice va a cercarlo e vede che ha legato sua sorella a un tavolo di pietra (in effetti le ha messo le caviglie in dei ceppi che, si scoprirà poi, si aprono beatamente anche solo pensando di volerlo fare), per cui lo accoltella a uno zigomo con lo stesso coltello che lui aveva usato per uccidere suo padre nel primo film.

A questo punto, la madre di Radu assale Michelle facendo l'imitazione della gallina, ma la ragazza le dà fuoco con una torcia e lei va via piroettando come una trottola (davvero, bisogna vederlo per crederci!), cosicché resta poi libera di infierire su Radu col coltello.
video
Michelle e Rebecca fuggono, ma ormai è giorno (sì, appunto...) e la vampira deve attendere... ma la madre di Radu, che il fuoco non ha minimamente peggiorato, sbuca fuori dal nulla, la trascina via e... il film finisce. !___!

Da notare che in questo film Radu ha acquisito il potere del teletrasporto e di mutarsi in ombra, ma ha perso la capacità di camminare a marcia indietro. ^__^;

4 commenti:

Matty ha detto...

ma perchè ti fai del male?

CMT ha detto...

Certe volte me lo domando pure io... ^__^;;

Margherita ha detto...

:) casualmente sono capitata nel tuo blog proprio perchè stavo cercando in google il nome del castello di radu (non che mi interessi il film ma il castello si) beh radu l'ho visto anche io anche se non ho avuto il piacere di vedere tutta la serie :D ma 1 sinceramente mi è bastato! sono d'accordissimo con te su tutto :D dai su prendilo come un film comico :D ha + senso così...ciao ciao!

CMT ha detto...

Infatti come film comico involontario è migliore di alcuni film comici fatti apposta... ^__-