sabato 7 marzo 2009

Pomeriggio fantascientifico

Questo Sabato ho deciso di dedicarmi alla fantascienza e mi sono guardato ben due film in sequenza: Space Chimps e Dante 01.
Il primo è un film di animazione della Vanguard, che definirei niente di speciale. Buona animazione, musiche piacevoli, ma trama abbastanza piatta, tolto qualche momento divertente. Niente di cui valga la pena parlare in maniera approfondita.
Discorso diverso per Dante 01, che ho scoperto troppo tardi (leggasi: dopo averlo guardato) essere un film francese (mi sarei proprio risparmiato di guardarlo, a saperlo...).
Dante 01 è il nome di una stazione spaziale che orbita attorno a un pianeta chiamato Dante. Si tratta di un carcere in cui vengono ospitati dei criminali che hanno scelto di sottoporsi come cavie a degli esperimenti scientifici (che nessuno sta conducendo, apparentemente...)
Il nostro film inizia con l'arrivo di una navetta che porta a bordo della Dante 01 una nuova dottoressa (incredibilmente intenzionata a fare esperimenti scientifici sui detenuti!) e un nuovo detenuto, che non si capisce bene perché sia detenuto, visto che pare sia stato trovato su una navetta alla deriva, sia del tutto sconosciuto e non abbia fatto niente di male.
Qui scopriamo le prime cose interessanti, vale a dire che nel futuro in cui si svolge il film:
- tutti, nessuno escluso, sono completamente calvi
- tutti, nessuno escluso, hanno dei nomi idioti, spesso con una qualche affinità con l'inferno o con qualche religione (Caronte, Persefone, Moloch, Lazzaro, Attila, Rasputin, Caesar, Budda... l'unica che un po' sfugge alla regola è l'ultima arrivata, che si chiama Elisa) e non esistono cognomi
- la tecnologia è estremamente avanzata, nel senso che è fabbricata con degli avanzi di qualche sfasciacarrozze...
- il tipico metodo di trasporto dei prigionieri è avvolgerli nel domopak...














Il nuovo arrivato, che viene ribattezzato San Giorgio da Rasputin, sembra incapace di parlare, e possiede apparentemente degli strani poteri di guarigione, probabilmente collegati al fatto che quando guarda qualcuno vede le Sacre Stelle di Hokuto...


Da qui in poi, in realtà, non è che accada molto.
Il direttore della prigione, Caronte, cerca di scoprire dati sui suoi datori di lavoro, facendosi aiutare da uno dei prigionieri, Attila, esperto di hackeraggio. Rifiuta però di dargli la sua password di accesso alla rete, ed è per questo che Attila riesce a bloccare i comandi della stazione gongolando per il fatto che Caronte ha commesso l'errore di dargli la sua password di accesso alla rete (ha senso, no?)

Attila decide quindi di far sì che Dante 01 precipiti sul pianeta (il perché è abbastanza ignoto, ma pare abbia qualcosa a che fare con gli esperimenti di nanotecnologia di Elisa, che per inciso sembra servano solo a causare dolore ai pazienti, o comunque se fanno altro non lo si scoprirà mai... in cambio è interessante notare come i naniti siano esattamente identici alla stazione spaziale, mah!)
Mentre dottori e detenuti collaborano per risolvere la situazione, Elisa decide di addormentare tutti e scappare a bordo della sua navetta, che ha solo due posti. Non sa che Attila è in grado di resistere al gas usato per sedare le rivolte, e si ritrova costretta a portarlo con lei. Poco male, perché si schiantano sul pianeta senza la benché minima ragione.
Intanto gli altri si dirigono verso la cabina di comando manuale della base, che oltre a trovarsi
- da tutt'altra parte rispetto ai comandi automatici
- dalla parte opposta della stazione
- oltre i quartieri dei detenuti
- al di là di un passaggio chiuso da una botola pesantissima, ma a parte quello priva di protezioni
oltre a tutto questo, dicevo, è raggiungibile solo attraversando un corridoio di quattro metri pieno di acqua bollente(!)

Uno dei detenuti si offre di tentare l'impresa, e di conseguenza viene amorevolmente travestito da omino Michelin per consentirglielo.
Muore (per l'imbarazzo, credo), ma in qualche modo riesce a portare a compimento la missione (come, esattamente, resta un mistero).

Dopodiché, senza ragione alcuna, San Giorgio viene sparato nello spazio dentro uno scaldab... ehm... una strana tuta spaziale, qui viene investito da una tempesta di bollicine poco prima che si metta a nevicare e che il pianeta Dante, originariamente rosso, diventi blu.
E la parte peggiore è che di quest'ultima sequenza non mi sono inventato assolutamente nulla...!!! -___-

4 commenti:

Fed ha detto...

^__________^
Meraviglioso!
Fortuna che i fumetti li fanno meglio ^__-

Eli ha detto...

Ussignur!
vedi che era meglio scarabocchiare ;-)
Ma si sa non sono un intenditrice del caso...non sapevo nemmeno chi fosse yoda eheheh..
pardonemuà

CMT ha detto...

@Fed: sì, se non fosse stato terribilmente noioso sarebbe stato divertente senza volerlo ^__^

@Eli: in realtà a casa ho comunque di meglio da fare che scarabocchiare, per fortuna, e in ufficio non mi metto a guardare film (per ragioni abbastanza ovvie... ^__^;), ma in caso contrario ammetto che sarebbe stato un passatempo migliore, anche se mi sarei perso tante utili informazioni in merito a quello che ci aspetta nel prossimo futuro (incluso il fatto di dover smettere di preoccuparmi dei miei capelli... o che dovrei smettere se mai avessi iniziato a farlo ^__-)

Sean MacMalcom ha detto...

E dire che il trailer mi era sembrato carino... @.@