martedì 5 maggio 2009

È Primavera...

... e se le bambine riescono a svegliarsi buon per loro, a me sinceramente riesce sempre più difficile, specie considerando le mie nottate di interminabili dormiveglia.
Comunque è Primavera... a dire il vero è Primavera già da un mese e mezzo, ma meteorologicamente pare non essersene accorto chi di dovere, perché il clima, lungi dall'essere primaverile, è invernale e/o estivo a fasi alterne, non di rado nello stesso giorno (o anche nella stessa notte).
Io che lo sia me ne accorgo oggi (anzi, ieri) dai tanti piccoli segni dell'arrivo della "bella stagione", come i colleghi che fanno capannello in cortile durante la pausa pranzo, o la finestra del mio ufficio che viene regolarmente abbandonata aperta a orari antelucani in modo che la stanza mi accolga al mio arrivo con un'umidità da far venire i reumatismi a un blocco di granito (la resistenza è inutile, verrete surgelati).
Me ne accorgo dal fatto che le mie piante adottive (che non sono mie né so a chi appartengano ma sono arrivate nel mio ufficio chiedendo asilo politico e non mi sono sentito di rifiutarglielo) inizino a mettere foglie nuove, e che attorno a una delle due si verifichi una costante e inspiegabile moria di moscerini che dovrebbe ormai aver seriamente intaccato la popolazione mondiale degli stessi.
Me ne accorgo dal fatto che metà dei miei colleghi se ne vadano in giro sbracciati come se facesse caldo (a prescindere dal fatto che no, non fa caldo) e gli altri arrivino con più maglie addosso di quante ne servirebbero ad affrontare l'inverno (nucleare) e se le tolgano una alla volta man mano che matura la convinzione che no, non fa caldo ma non fa neanche tutto questo freddo.
Me ne accorgo perché le mie mani hanno superato la fase di disgelo e stanno ricoprendosi nuovamente di pelliccia(!). (E no, questa non intendo spiegarla.)
Me ne accorgo perché mi rendo conto che il momento di andare a Bellaria si avvicina e quest'anno la mia organizzazione è nulla, visto che ancora non so bene quando potrò partire e quanto potrò restare (dettaglio, questo, che in realtà c'entra molto poco con l'accorgersi che è Primavera e decisamente tanto con il ricordarsi che dovrò fare i salti mortali -__-).
Me ne accorgo, soprattutto, per il generale senso di apatia che mi attanaglia finendo per farmi impiegare il doppio del tempo per fare cose che normalmente finirei in un attimo, non tanto perché mi ci voglia di più a farle quanto perché nicchio tremendamente prima di iniziare, perdendomi in una miriade di altre cosette che potrebbero tranquillamente aspettare o essere del tutto ignorate.
Insomma, è Primavera.
Passerà anche questa.

2 commenti:

Eli ha detto...

Sto ancora ridendo, cmq si è primavera non si sa dove come e quando ma è primavera.
Aggiungerei e sottolineerei la stagione dei melvestiti con ostinati piumini e mezze maniche, pullover sottofelpe e orrori vari tipo piedi nudi sotto pantaloni invernali e a lor fantasia, spettinati per via delle pioggerelle incessanti e fastidiose, acciaccati da raffredorucci e strascici di influenze e malanni stagionali di stagioni passate presenti e future, eppure se guardo fuori sembra a breve il mio compleanno ed essendo scorpione facendo due conti che mese è? (novembre) il mese in cui appunto fioriscono i meli no? ;-)

cmq buona primavera!

ps: mi verrebbe da dirti a bellaria c'è un ottima piadina hihihihih

CMT ha detto...

Io in genere a Bellaria mangio pizza, tortellini, strozzapreti e la Domenica lasagne (anche se lo Sporting me le ha già negate per due volte e quest'anno non ci sarò proprio la Domenica -__-), nonché cornetti e cappuccini. Non tutto assieme, ovviamente ^__^;