venerdì 31 luglio 2009

Logi(sti)ca aziendale

Qualche giorno fa bisognava andare in due banche diverse a ritirare due assegni circolari, le chiamerò Banca1 e Banca2 per non fare pubblicità...
Io preparo le richieste degli assegni, le porto al capo per firmarle e lui mi dice che alla Banca1 deve andare comunque lui per altre cose, per cui quella richiesta gliela lascio, prendo solo quella della Banca2.
Do la richiesta per la Banca2 alla persona che si occupa di queste cose e la mando a prendere l'assegno. Dopo un po' la vedo tornare indietro: mi dice che in banca c'era il capo e che era inutile che ci fosse andato lui, e io avrei dovuto saperlo (sì, in effetti avrei dovuto saperlo che l'avermi detto che andava da una parte era chiaro indice che sarebbe andato da un'altra, a ben pensarci...)
Notare che il tipo torna indietro e si riporta indietro anche la richiesta per il ritiro dell'assegno!

Passa il tempo, e del capo con gli assegni nessuna traccia.
Notare che dovevano essere versati in altrettante banche, per cui era necessario averli entro un certo orario o non se ne faceva più nulla.
Passa la pausa pranzo.
Verso le 14.35 arriva il capo con l'assegno della Banca2 (quello famoso che non doveva prendere lui), mi fa notare che era ovvio che ci sarebbe andato (sì, appunto, visto che doveva andare all'altra banca che è pure in un altro paese, era ovvio...) e... e NON ha l'assegno della Banca1 perché non ci è andato! In effetti "sta per farlo".
Gli faccio notare che è un tantino tardi e che così non riusciremo a fare il versamento, ma lui, tranquillo, mi conferma che tanto rientrerà per le 15.15 al massimo, per cui restano 15 minuti di tempo per farlo (sì, avendo il teletrasporto e un'arma per cacciare gli altri clienti della coda, ma vabbe').
Si ripresenta in ditta alle 16.45 (e senza l'assegno).

Risultato:
- Ho versato l'assegno della Banca2 che potevo anche versare tra tre giorni e non mi sarebbe cambiato niente
- Ho dovuto rimandare di un giorno il versamento dell'altro assegno... che purtroppo doveva essere versato rigorosamente quel giorno, il ritardo mi ha fatto slittare diverse operazioni a Lunedì prossimo!

9 commenti:

Valberici ha detto...

Mi meraviglio di te...si sa che i capi non sanno fare nulla, ed è per questo che sono capi e che hanno bisogno di noi ;)

CMT ha detto...

Ma infatti a me se non facesse nulla starebbe bene, è quando fa che nascono i casini... ^___^;

Eli ha detto...

Oh...leggi il post mio di oggi....e capisci quanto io ti capisca!!!

Santa pazienza mi si rivolta nella tomba ahimè

sauron era un bravo artigiano ha detto...

E' sempre affascinante vedere il principio di peter in azione.

(per chi non lo conoscesse: il principio di Peter è quello per cui chi dimostra di saper fare un lavoro viene promosso a un lavoro diverso finchè non se ne trova uno per cui è incompetente, e a quel punto rimane lì)

CMT ha detto...

@Eli: l'ho letto poco dopo aver scritto questo in effetti

@Sauron: vero, viene applicato spesso nell'azienda dove lavoro, anche se in questo caso si parlava del capo, per cui non ha mai avuto promozioni, la ditta è sua

Eli ha detto...

uhm....mi sembri di malumore....

CMT ha detto...

No, per niente ^_^

sauron era un bravo artigiano ha detto...

@cmt: ma allora è un vero talento naturale!

CMT ha detto...

Cérto!