martedì 16 dicembre 2008

Coincidenze nostalgiche

La mia "carriera" di giocatore di PBEM è iniziata ben più di dieci anni fa. Escludendo i tentativi più o meno falliti con i giochi di stampo classico, "masterizzati", sia da giocatore che appunto da master, l'inizio vero e proprio lo faccio risalire al mio ingresso nel PBEM di narrazione Alliance, dedicato a Star Trek e, peraltro, molla che mi ha poi portato alla creazione del KCFG.
Fu in quell'occasione che diedi vita ad Alissia Deck, vulcaniana sessuomane e completamente fuori di testa, e ad oggi, che io sappia, uno dei soli due PG ad aver vissuto in prima persona una sorta di crossover tra un PBEM di Star Trek e uno fantasy (quando la scambiai fisicamente di posto e di gioco con Saleria Lindir tramite una bizzarra anomalia spaziotemporale).
Nonostante tutti i suoi innegabili difetti, Alissia era arrivata a diventare capitano di una nave stellare, e tale era quando lasciai il gioco per ragioni... personali (leggasi: qualcuno me le aveva fatte girare così tanto che ancora oggi non sono del tutto sicuro di quale sia la destra e quale la sinistra...)

Già prima di abbandonare Alliance, avevo iniziato a giocare a Star Trek: Resurrection, altro PBEM nel quale molti giocatori del primo erano migrati (in effetti creandolo appositamente), anche se non con lo stesso personaggio.
Caso ha voluto che, a distanza di tempo, anche in questo PBEM io mi sia ritrovato ad avere il comando di un'installazione, la base stellare Nemesis.
La vera coincidenza però, prima di quelle del titolo, è un'altra.
Ho infatti scoperto solamente oggi che uno dei membri dell'equipaggio di Nemesis è stato tempo fa, prima di abbandonare per motivi suoi, un giocatore di Alliance. E fin qui nulla di particolarmente eclatante, chiaro. Il "dettaglio" è che non solo era un giocatore di Alliance ma un membro dell'equipaggio della USS Mirror, la nave che comandavo io, anche se la mia memoria RAM non se lo ricordava assolutamente. ^__^;;

Le coincidenze però, come le ciliegie, non vengono mai da sole (o era "una tira l'altra" ed erano i guai a non venire mai da soli... vabbe', chissenefrega :-P). Fatto sta che un po' di tempo dopo la lieta scoperta mi sono ritrovato per motivi che non starò a precisare (ma che non includono "tanto per passare il tempo" e "perché non avevo di meglio da fare") a inserire il mio nome in una ricerca di Google.
Assieme ai risultati che mi aspettavo, e ad alcuni che non mi aspettavo ma che non mi hanno sorpreso poi tantissimo... mi sono imbattuto in una strana serie di header che a ben vedere non mi erano del tutto estranei, e per farla breve ho scoperto che esistono ancora in rete gli archivi delle e-mail della USS Mirror di quell'epoca.
In breve mi sono ritrovato a dare un'occhiata alle vecchie vicende che avevo giocato, facendo un piccolo tuffo nel passato e ritrovandomi a sorridere davanti alle prodezze di Alissia e alle strane vicende che l'avevano coinvolta, incluso lo scambio di menti con una sua omologa dell'universo dello specchio, la lotta per affermare la sua identità e infine la fusione mentale accidentale con il suo doppio in un unico individuo (sì, ero contorto anche allora, mica ci si diventa con l'età... :-P). Mi è anche venuta voglia di ripescare il personaggio, anche se ora come ora non avrei davvero la possibilità di inserirlo da nessuna parte (e no, di tornare in Alliance non se ne parla proprio!)

4 commenti:

Fed ha detto...

Non so, penso che avrei paura di incontrare questo personaggio...

...e non so perché ho il sospetto che se riuscirai a trovare dove piazzarlo quasi sicuramente avrò modo di incontrarlo...

CMT ha detto...

Be', in effetti hai molteplici possibilità, LOL!
Ma dato che sei sopravvissuta a Saleria, sopravviveresti anche a lei. Non sono proprio identiche ma hanno molte cose in comune ^__^

Sean MacMalcom ha detto...

Mmmm... ma se uno psicologo prendesse in mano quelle lettere avrebbe di che divertirsi? :P :P :P

CMT ha detto...

Dipende dal suo concetto di divertimento. ^__^
Di sicuro tra doppie e triple personalità avrebbe di che leggere ^__-