venerdì 16 ottobre 2009

A proposito di galline

Prendo spunto da un post di Sauron, che vi consiglio di leggere prima di andare avanti, per aggiungere qualche visione personalizzata sull'argomento "Perché la gallina ha attraversato la strada?"

Laurell K. Hamilton:
Ha attraversato la strada per fare sesso spinto con qualunque essere di sesso maschile si trovi dall'altro lato e poi lamentarsi per averlo fatto

Stephen King:
La gallina ha avuto un infanzia difficile, uno dei suoi genitori era un alcolizzato che picchiava la madre e lei è stata allevata dal nonno molto saggio che l'ha istruita in merito alle antiche tradizioni del luogo del Maine in cui vivevano, riguardanti forze misteriose e ancestrali. Da tempo è convinta di essere osservata da strani individui che definisce "polli bassi" ... ... ... ecco, sta attraversando, ops, l'hanno investita, è morta.

Terry Pratchett:
L'ha attraversata per andarsene da Ankh Morpork dopo aver acquisito il dono dell'intelligenza nutrendosi di grano cresciuto con concime prelevato dalla discarica sul retro dell'Università Invisibile. E comunque non era una strada, era il fiume Ankh (il che non toglie che fosse attraversabile a piedi in ogni caso).

Dean Koontz:
La gallina è il risultato di un esperimento segreto ed ha attraversato la strada per sfuggire ai suoi aguzzini finendo giusto sul tragitto di una ragazza in fuga da un maniaco omicida e salvandola da morte certa (in qualche modo che non potreste mai sospettare).

Terry Brooks:
Lo saprete nel prossimo volume.

Ann Rice:
Nel 1925 la gallina non sapeva ancora di essere una gallina, fino al suo incontro con un pollo bellissimo che le avrebbe rivelato tutto sulla sua vera natura salvo poi abbandonarla per una banale divergenza di opinioni.
Nel 1940 la gallina si trasferì a New York dove visse a lungo nascondendosi tra il comune pollame finché tale vita non le venne a noia.
Nel 1963, cercando il pollo della sua vita, si spostò in Europa visitando varie città d'arte...
Ah, sì, nel presente ha attraversato la strada perché doveva andare dall'altra parte.

Agatha Christie:
L'ha attraversata perché sospettava che dall'altra parte l'assassino del gallo cedrone avesse gettato l'arma del delitto, come aveva sentito dire in chiacchiere di pollaio mentre prendeva il tè con le oche.

Weis & Hickman:
L'ha attraversata per cercare di scendere nell'abisso e affrontare la dea gallo dalle cinque teste in modo da poter acquisire il potere di una dea.

Neil Gaiman:
La gallina non ha attraversato la strada, ha solo sognato di farlo.

6 commenti:

Valberici ha detto...

Anche questa "serie" è assai divertente :D
Qui mi piace particolarmente la gallina di King e il suo tipico finale messo lì per caso :D

sauron era un bravo artigiano ha detto...

Ho lanciato una moda. Figo. (vabbè, il giochino degli elenchi con le galline esiste da anni, ma me ne vanto lo stesso per averle introdotte in questo contesto).

Però secondo me il finale a caso di King di solito è di tipo un po' diverso. Qualcosa come "trovò in tasca una penna del portacoda di suo nonno. Senza sapere bene il perchè, la mosse di fronte a sè e l'autosvanì, permettendole di attraversare la strada"

CMT ha detto...

@Sauron: ma infatti il mio non è tanto un "finale da libro di King", è che, come ripeto spesso, King tende a inserire personaggi nelle sue storie, narrarne vita e miracoli del passato, e appena finito con quelli ammazzarlo senza che abbia modo di fare un granché nell'ambito della storia in corso (lasciandoti lì a domandarti: ma se doveva morire che cosa ce ne fregava della sua biografia dettagliata?) ^__-

torreditanabrus ha detto...

Bellissima quella di Pratchett! :D

Lisse ha detto...

mi piace questo gioco "letterario".
Ho segnalato il tuo post sul mio blog, spero non ti dispiaccia.

CMT ha detto...

No, cérto che non mi dispiace :)